Facebook

Migranti, nuovi arrivi a Isernia: Mancini lancia l’allarme e fa pressing sul sindaco

Il consigliere comunale chiede al primo cittadino interventi urgenti “per garantire la sicurezza dei cittadini”

foto di Pino Manocchio

ISERNIA. La notizia dell’arrivo di ulteriori migranti a Isernia mette in allarme il consigliere comunale Giovancarmine Mancini, che inoltra all’attenzione del sindaco Giacomo d’Apollonio un’interrogazione urgente, a risposta scritta, incentrata proprio su quella che – a suo avviso – è un’emergenza accoglienza.

L’esponente dell’assise di Palazzo San Francesco intende sapere quali provvedimenti adotterà il primo cittadino, sulla base dei poteri istituzionali riconosciutigli dalla normativa vigente, “al fine di arrivare a una definitiva soluzione del problema”, dicendosi pronto a collaborare.

Per Mancini il paventato ingresso di nuovi immigrati, considerate le dimensioni e le condizioni del capoluogo pentro, potrebbe creare criticità in ordine alla vivibilità e alla sicurezza della città. Pertanto rammenta a d’Apollonio i poteri di cui lo stesso è titolare quale ufficiale di Governo. Poteri che, in collaborazione con la Polizia Municipale e l’Ufficio tecnico comunale, gli consentirebbero di eliminare “i gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana, anche inerenti alle idoneità tecniche delle strutture ospitanti”.

Un monito all’azione quello di Mancini, che coglie l’occasione per rispolverare il tema del presunto “business e delle speculazioni intraprese da quanti fanno soldi e affari su un dramma sociale, a danno della sicurezza e della tranquillità della comunità”. E che sembra interpretare l’arrivo massiccio di altri richiedenti asilo come ‘lo scotto da pagare’ per la mancata adesione allo Sprar.

Tuttavia, al momento della discussione in Consiglio sull’opportunità di attivare il succitato Sistema d’accoglienza, con eventuale clausola di salvaguardia in caso di decisione positiva, ‘pendeva’ già la notizia sull’indizione di nuovi bandi per i Centri temporanei. Ed oggi la questione torna alla ribalta.

da: isnews.it

La Destra di governo riparte dal Molise

I candidati di Alleanza per il Futuro in lista con Fratelli d’Italia

Arriva dal Molise, chiamato a rinnovare il Consiglio regionale il 22 aprile prossimo, un altro mattoncino per la costruzione di una coalizione di centrodestra ben salda e, in questo caso, saldamente orientata a destra. La Lista Alleanza per il Futuro ha infatti deciso di correre nella lista di Fratelli d’Italia  e lo farà con esponenti di rilievo, ad iniziare dal segretario Giovancarmine Mancini.

Una decisione, fa sapere Alleanza per il Futuro, presa “ coerentemente con il proprio percorso politico, al fine di fare chiarezza e di fortificare la Casa Comune della Destra Italiana per offrire una valida, seria ed efficace  Destra di governo. Avremmo potuto fare scelte più comode e diverse ma  la coerenza,  lo spirito di appartenenza ed il perenne desiderio di rilanciare la bandiera della Fiamma Tricolore, che ci ha accompagnato per tutta la vita nel nostro modo di operare e nelle nostre mille battaglie politiche, hanno determinato questa decisione che è la più naturale e la più rispettosa della nostra storia  al fine di creare un futuro migliore per la nostra amata terra”.

 

 

da: ilgiornaleditalia.org

Mancini diserta i comizi: “Questo centrodestra non avrà i nostri voti”

Al comizio di chiusura del centrodestra non c’era Giovancarmine Mancini, leader di Alleanza per il Futuro e dei Sovranisti. E’ lui stesso a spiegarne i motivi.

“Sono stato volutamente assente alle chiusure della campagna elettorale del centro Destra. Non perché non sia più di Destra. Anzi di più. Semplicemente perché alcuni personaggi che fintamente si dichiarano appartenenti alla nostra area e che hanno distrutto la nostra regione non meritano la mia e la nostra presenza. Giammai il nostro voto. A martedì…per le regionali. Dove si vota sul serio. Vi abbraccio tutti. Più forte del solito”.

da: quotidianomolise.com