Facebook

Regionali, Alemanno lancia la candidatura di Giovancarmine Mancini

Ancora. Fino all’ultimo respiro. Con Amore, Coerenza e Determinazione. So quello che bisogna fare. Non c’è ma fine…per lottare. BOIA CHI MOLLA! #molise #italia #MovimentoNazionaleperlaSovranita #tavolocentrodestra

L’avvocato e consigliere comunale pentro viene proposto dal Movimento nazionale per la Sovranità alla coalizione di centrodestra “per unire e non per dividere”

ISERNIA. “In Molise troppi dubbi. Proprio per questo motivo, noi del Movimento nazionale per la sovranità, d’accordo con il coordinatore regionale Carlo Perrella, insieme a Gabriella Peluso che è Responsabile del partito per il Sud, abbiamo deciso di lanciare la candidatura di Giovancarmine Mancini, nostro consigliere comunale di Isernia come candidato per la presidenza del Molise”. Esordisce così il segretario nazionale Mns Gianni Alemanno, giunto stamani nel capoluogo pentro, presso l’Hotel Europa, per dare un’accelerata al dibattito interno al centrodestra in vista della prossima tornata elettorale. “È una scelta importante, impegnativa – prosegue – che noi offriamo al tavolo della coalizione a Roma e nel Molise, proprio per contribuire all’unità del centrodestra”. Nessuna intenzione di dividere, dunque. Ma cercare la quadra sulla base di parametri ben precisi. “Non un’unità fatta su bassi compromessi o su rinvii infiniti – aggiunge Alemanno – un’unità basata sulla qualità: sulla scelta di persone veramente rappresentative per il territorio”. Ed ecco che l’identikit è quello dell’avvocato isernino. “Mancini è una persona che da sempre fa militanza sul territorio, un consigliere comunale a pieni voti, rappresenta veramente una speranza per il Molise”. Non poteva mancare poi un commento sulla legge elettorale e sul panorama nazionale. “Il centrodestra, se unito e se interpreta bene tutte le sue potenzialità, – ancora il segretario di Mns – è perfettamente in grado di vincere le elezioni anche con questa legge elettorale. Il Rosatellum è un maggioritario a bassa intensità, che permette anche una competizione interna alle coalizioni, che probabilmente ci sarà tra Salvini e Forza Italia. In ogni caso, siamo convinti di vincere nella maggior parte dei collegi uninominali e avremo la maggioranza in Parlamento, sia alla Camera che in Senato”.

Giovancarmine Mancini, dalla sua, accoglie l’endorsement e ringrazia tutti, in particolare il partito. Nel suo intervento ripercorre i suoi quarant’anni di politica e commenta: “Il mio è un atto d’amore per la mia gente, mi metto a disposizione dei cittadini per invertire la rotta”. Critico, quindi, verso l’operato del governo Frattura, rilancia: “Riproporrò sostanzialmente il mio programma del 2011 e si parte con la battaglia della defiscalizzazione delle zone interne. Abbiamo bisogno di una normativa ad hoc – afferma con forza Mancini – ne abbiamo bisogno perché il nostro territorio è difficile da vivere: sia per quanto concerne il sistema dei trasporti che per altre condizioni. Dobbiamo agevolare la presenza dei giovani sul territorio: la loro permanenza o comunque il loro ritorno a casa. Dobbiamo puntare a rivalutare il territorio: l’agricoltura e l’agriturismo. Auspico la convergenza degli altri partiti sul mio nome, per un percorso serio e di coerenza – ha concluso – ma non mi strapperò i capelli in caso contrario”. Nell’occasione, in un clima di fiducia ed entusiasmo, il coordinatore Carlo Perrella ha annunciato: ”Il nostro movimento sul territorio è secondo solo a Forza Italia. Abbiamo un forte riscontro tra i giovani perché facciamo politica tra la gente e questo ci fa ben sperare”. Infine avverte: “Non è un gioco di scambio, il nostro candidato sarà sostenuto fino alla fine e convinceremo anche gli altri”.

fonte: isnews.it